.
Annunci online

  bellamore Perchè ciò che se fa per amore è sempre al di là del bene e del male
 
Diario
 




Amo

Lui
Il mare d'inverno
Le barche a vela
I ponti e i fiumi
I viaggi
Gli aeroporti
Lamerica
New York e Parigi (città così diverse)
Firenze...
I libri e l'espressione di Lui mentre legge
Klimt e Van Gogh
Le canzoni come specchi
L'odore della pioggia e del pane
I fiori di campo
I colori pastello
Le foto in bianco e nero
Il color seppia




I libri più belli

Con gli occhi rivolti al cielo - Zora Neale Hurston
Novecento - A.Baricco
Oceanomare - A.Baricco
Addio alle Armi - E.Hemingway

I libri mai terminati
Gente di Dublino - J.Joyce
Per chi suona la campana - E.Hemingway
Lettera al padre - F.Kafka
Ritratto di signora - H.James
Come un romanzo - D.Pennac



I miei film preferiti
La leggenda del pianista sull'oceano
C'era una volta in America
Il signore degli anelli
Harry Potter
Pulp Fiction
Le iene

Kill Bill vol.1 e vol.2
Il gladiatore
La trilogia de Il Padrino
La vita è bella


I miei viaggi all'estero
Menton, MonteCarlo
Strasburgo, Monaco di Baviera, Salisburgo
Berlino, Francoforte
Parigi
Londra

London - Piccadilly Circus

Berlin - Reichstag

Paris - Tour Eiffel

...pensavi fosse amore e incece era poesia,
erano soltanto due parole...




Io non so se Dio esiste...
ma se non esiste ci fa una figura migliore
(S.Benni)



Non t'amo come se fossi rosa di sale, topazio
o freccia di garofani che propagano il fuoco:
t'amo come si amano certe cose oscure,
segretamente, tra l'ombra e l'anima.
T'amo come la pianta che non fiorisce e reca
dentro di sé, nascosta, la luce di quei fiori;
grazie al tuo amore vive oscuro nel mio corpo
il concentrato aroma che ascese dalla terra.
T'amo senza sapere come, né quando, né da dove,
t'amo direttamente senza problemi né orgoglio:
così ti amo perché non so amare altrimenti
che così, in questo modo in cui non sono e non sei,
così vicino che la tua mano sul mio petto è mia,
così vicino che si chiudono i tuoi occhi col mio sonno.

Pablo Neruda



















 


4 febbraio 2006




E' strano
è strano pensare che non sono più sola
tra queste pagine virtuali,
io e voi sconosciuti che mi leggete
che di me sapete quello che vi racconto
senza conoscere fino in fondo.
Non pensavo ci fosse qualcosa di male
nel preferire un blog alle parole di un'amica...
Mi sento strana
mi sento triste
questo blog è stato aperto tanto tempo fa
ed i miei amici ne sapevano l'esistenza,
ma allora ci scrivevo poco e non aveva importanza.
Da un pò avevo cominciato a scriverci sul serio,
usandolo come un diario,
un mezzo per raccontarmi,
per rivelarmi a lettori invisibili
che di me leggono senza giudicarmi
perchè semplicemente non mi conoscono.
L'ultima cosa che pensavo era che questo blog
avrebbe causato altri problemi con le mie amiche,
perchè ho preferito raccontare di mio padre
a voi sconosciuti  che ci siete senza esserci
piuttosto che telefonare alle persone di sempre.
E' tanto grave preferire uno spazio per sfogarmi
che sia solo mio alle parole di conforto di un'amica?
Non credo di essere meno amica per questo.
Posso aver sbagliato tante cose e sto sbagliando tuttora
ma perchè deve essere sempre messo tutto in discussione?
Mi dispiace se ho ferito
mi dispiace se ho deluso






permalink | inviato da il 4/2/2006 alle 11:43 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa


3 febbraio 2006



Questa giornata è cominciata
con poche parole,
biascicate, senza entusiasmo.
E' cominciata con me
che ti rimprovero
di non avermi ancora chiamata
e te che dici che hai avuto da fare.
E' continuata con me
che avevo voglia di vederti
e te che avevi voglia di studiare.
Strano come si invertono i ruoli
in questi primi giorni di febbraio.
Non sto a chiedermi il perchè,
né sto a chiederlo a te.
può capitare che la tua voce
sia diversa ogni tanto.
Oggi è fredda
è incolore
è atona.
Giornata NO...per te.
 E' una giornata No
anche per me.
Fredda
incolore
atona






permalink | inviato da il 3/2/2006 alle 18:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


2 febbraio 2006



In giornata dimettono mio padre, hanno fatto prima del previsto!
Stamattina le ultime analisi prima della cura farmacologica che
preparerà il cuore di mio padre allo shock di non battere
per 30 secondi. Ho voglia di credere alle sue buone intenzioni ma
d'altra parte vorrei non illudermi, non voglio illudermi.
Non basta trascorrere qualche giorno infelice in ospedale
per capire che bisogna cambiare la propria vita se si vuole vivere ancora.
Io non ho fumato mai neanche una sigaretta, neanche mai un tiro
per provare. Già alle medie le compagne giocavano a fare le
grandi, perchè nella loro testa bastava quella sigaretta a farle sentire
migliori degli altri. Non ho mai avuto la curiosità di sapere che si prova,
mai il gusto di dire "Nella vita bisogna provare tutto!".
Da piccola nascondevo le sigarette di mio padre sull'armadio, pensavo
che non trovandole, avrebbe capito di dover smettere e soprattutto quanto
io volessi che smettesse. Ma poi quando cominciava ad arrabbiarsi e a 
cercarle innervosito gliele andavo a riprendere. Se io fumassi e mia figlia
mi nascondesse le sigarette sull'armadio, capirei che ho fatto qualche errore
e che è davvero il momento di finirla.





permalink | inviato da il 2/2/2006 alle 11:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


1 febbraio 2006



Oggi mezza giornata in ospedale
a far visita a mio padre,
ricoverato per dei controlli al cuore.
Aritmia totale da fibrillazione atriale...
vuol dire che il cuore non gli batte mai regolarmente.
Grande fumatore lui, grandissimo.
Stamattina i medici lo hanno sottoposto
ad un ecotransesofageo
ed al più presto lo sottoporranno
ad una cardioversione elettrica.
I dottori usano sempre paroloni eh?
In poche parole dovranno fermargli
il cuore per 30 secondi
e poi farlo ripartire.
Come quando il pc si blocca
e devi spegnerlo e riaccenderlo.
Sospendi.
Chiudi sessione...
al cuore.
Oggi ha detto: non fumerò mai più!
E' la prima volta nella mia vita
che sento dirgli una cosa così.
Dice di aver visto gente costantemente
attaccata ad un tubo dell'ossigeno
per i polmoni rovinati dal fumo.
Ha avuto paura ed ora non vuole più fumare.
Ma io lo conosco mio padre
e la paura prima o poi gli passerà.
I fumatori sono degli incoscenti,
non si rendono conto di essere
quasi come dei drogati.
Lo dimetteranno presto...
e poi toccherà a lui fare i conti con se stesso.
Brutti gli ospedali, freddi.
Quando mio nonno c'è stato ricoverato per mesi
quando ero più piccola,
credevo che  ci fossero più angeli negli ospedali
che nel resto del mondo.
Mah...
Sono fredda, non ho paura
non posso averne.
La persona che amo ha sofferto
di fibrillazione atriale parossistica (più grave)
ed ha solo vent'anni.
E' più di un anno che non ha più attacchi,
E' come se da quando si è innamorato
 il cuore gli fosse guarito.
Mi piace pensare che sia così,
mi piace pensare
che l'amore guarisca i cuori
più dei dottori.





permalink | inviato da il 1/2/2006 alle 17:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


31 gennaio 2006




ESAME FINITO

Finalmente!

Dumbo arrivo!




permalink | inviato da il 31/1/2006 alle 15:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


29 gennaio 2006



Giornata di studio intensa

mal di testa

noia e stanchezza

Esame tra pochi giorni

e ancora tante cose da fare.

Come sempre arriverò lì con mille dubbi

tante pagine non fatte…

fortuna.

Perché lo dico sempre,

negli esami 50% è studio

ma l’altro 50% è fortuna.

Quindi perché stressarmi

più di quanto lo sono già?

Ieri pensavo che mi piacerebbe rivedere Dumbo

si si proprio lui

l’elefantino della Disney

perché io sono cresciuta a pane e Disney

e non rinnego nulla,

sono un’appassionata conoscitrice

dei cartoni animati.

Io non ho mai pianto per Dumbo,

sapete la scena quando imprigionano

la mamma?

Ricordo che era una scena che faceva

commuovere parecchi bambini

ma non lo so perché…

a me non faceva nessun effetto particolare.

Trovavo molto più significativa la parte

in cui cominciava a volare…

Oggi mi sento un po’ come Dumbo,

goffa, pesante, insicura,

a preparare un esame importante da 8 CFU…

perché ormai la mia vita si misura in base

a quanti cfu ho raggiunto.

Quant’è odioso quel traguardo di 160 crediti!

Sento che potrei spiccare il volo.

 

Aspetto che passi quest’esame

e poi via da questo circo…

almeno per un pò.




permalink | inviato da il 29/1/2006 alle 19:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


28 gennaio 2006



Oggi si ride...
Rosita
y
Tequila

(famosa anche in mexico!)

ìBoo!




permalink | inviato da il 28/1/2006 alle 13:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


26 gennaio 2006



Maratona della vergogna





E poi dice che la tv italiana è in mano alla sinistra!
Non se ne può più!
BASTAAAAA!!!!!!





permalink | inviato da il 26/1/2006 alle 11:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


25 gennaio 2006




Mai mai mai
mai più




permalink | inviato da il 25/1/2006 alle 16:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


23 gennaio 2006



Chiudi gli occhi
immagina una gioia
molto probabilmente
penseresti a una partenza


E' così...
la mia gioia è una partenza.
Ed è bello il momento in cui
si accende una scintilla
e pensi
sì si può fare
Ieri mi hai detto:
"Andiamo a Copenhagen"
amo uno che mi dice
"Andiamo a Copenhagen"
ha un suono bellissimo,
ha il suono di chi capisce che
è questo che mi rende felice:
una partenza
E ieri ho trascorso tutta la giornata
a cercare il volo più economico
l'appartamento più grazioso
perchè quest'estate si va a Copenhagen,
il paese della Sirenetta
non quella Disney
che sposa Eric e vive felice e contenta,
ma quella di Andersen
che alla fine diventa vento
soffiata via dalle nuvole.
Copenhagen
Dobbiamo allargare i nostri confini
fino al nord europa
e sarà difficile per me resistere alla tentazione
di arrivare fino in Svezia
Amburgo è lì vicino a due passi
che ci vuole ad arrivare?
Si può fare? Si può fare?






permalink | inviato da il 23/1/2006 alle 19:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


21 gennaio 2006



Oggi mi intervisto un pò:
Nome?

Rosita
Età?

20 anni compiuti il 28 giugno
Professione?
studentessa universitaria
3 aggettivi per definirti?
Sensibile, incoraggiante, un po’ permalosa
Il tuo punto debole?
Forse la troppa sensibilità, la mia conseguente debolezza
Se vincessi dieci milioni di euro cosa ti compreresti come prima cosa?
Un attico a Parigi e poi comincerei a viaggiare il mondo
Come ti vesti di solito?

Colorata, tanto. Mi piacciono gli accessori.
Cosa ti dicono più spesso?
Maròòò quanto sei presuntuosa!
La parolaccia che dici più spesso?
Porca miseria
Il giorno più bello della tua vita?
Il momento in cui ho capito che la mia vita sarebbe
cambiata in meglio
Il giorno più brutto della tua vita?
Davanti al mare senza riuscire a dire una parola,
quando tutto veniva meno.
Una cosa che ti rende felice?
Essere indispensabile e importante per qualcuno

Una persona che stimi?
La mia amica Pina
Le 3 cose che guardi in un uomo?
Lo sguardo, la voce, cosa pensa e come lo dice
Mai avuto esperienze omosessuali?
No.
Hai mai tradito?
In amore mai, in amicizia ho fatto tanti errori.
Sei mai stato innamorato?
Si…
E adesso?
Si…
Cosa ti fa innamorare in una persona?
Il suo tanto chiuso universo che d’improvviso mi viene
offerto. La sua testa prima che il suo corpo, le sue idee
prima delle sue parole.

Se lui tradisce perdoni?
Non credo di poterci riuscire credo che trasformerei facilmente
l’amore in odio. D’altronde
solo quel sentimento che contiene
in tutta la sua area anche il suo opposto è definito AMORE.

Un sogno ricorrente?
Sono con il mio ragazzo, d’improvviso lui scompare, lo cerco senza
trovarlo e ho una strana sensazione dentro, come se sapessi
perfettamente dove cercarlo ma non volessi trovarlo per paura di
vedere ciò che temo si avveri

Una figura di merda che hai fatto?
Sono finita con la macchina contro un palo per guardare un tipo.
Convinta che fosse mio cugino!

Un errore che ti riconosci?
Delle volte sono troppa permalosa e troppo egoista
Hai mai rubato?
Qualche cartolina

Sei religioso?
Ho un’idea un po’ mia della religione, sfioro l’ateismo ma credo
nel destino.

Ultimo libro letto?
Il visconte dimezzato di Calvino

Mai fatto una canna?
No e neanche una sigaretta!
Mai ubriacato?
No ma ci sto pensando, la cosa mi interessa.
Bestemmi?

Ogni tanto…

Cosa fai se un gatto nero ti attraversa la strada?
Continuo per la mia strada, più che altro penso “Mmm, molto più
belli i cani, i gatti sono così perfidi!”
La legge è uguale per tutti?
Per niente.
Che animale vorresti essere?
Una farfalla, leggera e libera.
Di cosa hai paura?
Della solitudine forzata.
Dove vorresti vivere?
A Firenze, se poi all’estero…sicuramente Parigi.
Che macchina hai?
Premesso che è la macchina di mia madre, una Panda rossa
ma fa il suo figurino.
Favorevole alla guerra?

Cioè…state parlando con me, non con una terrorista.
Assolutamente NO!
Hai attaccato la bandiera della pace alla finestra?
Si, a suo tempo.
 
Cosa hai pensato l’11 settembre 2001?
Che il mondo sarebbe cambiato e che era ora di fare i conti col male
che abbiamo fatto in tutti questi anni.

Film preferito?
La leggenda del Pianista sull’Oceano di Giuseppe Tornatore.
Drink preferito?
Coca Cola
Piatto preferito?
Pizza e la pasta.

Un piatto che ti disgusta?
Il cavolfiore. Blaght!!
Genere musicale?
Decisamente vario!
Vai in discoteca?
Raramente, si suda troppo e non si respira.
Sport preferito?
Da guardare in TV  vero??
Sei di sinistra o di destra?
Sinistra ma non sono tanto fiera della sinistra italiana ultimamente

Ritieni che l'Occidente sia superiore alle altre civiltà del mondo?
Assolutamente no.
La violenza serve a risolvere i problemi?
La violenza genera solo altra violenza
Meglio grassi o magri?
Normali no?!
Ti potresti mai innamorare di una persona che non ti piace fisicamente?
E perché no, ma quando si è innamorati tutto diventa bello.
Cosa ti infastidisce di più al mondo?
L'incapacità di ascoltare

Cosa non ti compreresti mai?
Una di quelle orribili cinte brillantinate targate D&G. Che schifo…
In vacanza dove e con chi?
In qualche capitale europea, con le persone che voglio più bene:
i miei amici e la persona che amo. E’ già successo ed è stato bellissimo.
Londra 2004.
Invidi qualcuno?
In senso cattivo no, invidio il talento e le capacità che non ho.
Cosa ti piace fare nel tempo libero se rimani a casa?
Stare davanti al pc o sul divano a guardare la tv. Sono una comoda io!
Frase preferita?

Tutto passa, anche il peggio, è solo questione di tempo.

Il tuo scrittore preferito?

Alessandro Baricco ed Ernest Hemingway
Un libro che consiglieresti?

Con gli occhi rivolti al cielo di Zora Neale Hurston.
Hai mai odiato qualcuno?
Non ancora ma se so amare posso anche odiare.
Se potessi far scomparire qualcuno con uno schiocco delle dita
chi faresti scomparire?
Silvio Berlusconi e tante tante tante ragazze.
Quanto è importante nella vita il lavoro?

Sicuramente molto ma non fondamentale.
Il tuo sogno più grande?

Vivere una vita serena con una persona accanto che mi ami
senza giudicarmi. Un lavoro che mi soddisfi, viaggiare.

Convivenza o matrimonio?

Preferisco la convivenza ma ultimamente sto rivalutando il concetto
di matrimonio.
Gli uomini e le donne quanto sono uguali e quanto sono diversi?
Tanto diversi. Gli uomini vengono da Marte e le donne da
Venere. Inutile impegnarsi a capire.

Che squadra di calcio tifi?

Simpatizzo per il Napoli ma la domenica faccio altro, il calcio
non mi interessa

Se tuo figlio/a fosse gay sarebbe un problema?

Assolutamente no
Credi alla superiorità della razza bianca?
Credo alla stupidità della razza bianca, questo si.
Credi alla magia e al paranormale?
Ovviamente
Gli alieni esistono?
Certo
Il tuo pittore preferito?
Gustav Klimt

Ti piaci?
Fuori, ho imparato ad accettarmi, diciamo che mi piaccio. Dentro
ho tanti di quei casini!
Cosa bisogna avere nella vita per vivere bene?
Ottimismo e forza di volontà
 
Da 1 a 10 quanto contano per te…
- i soldi: 6
- gli amici: 10
- l’amore: 9
- il look: 7
- essere alla moda: 3

Cosa pensi di:

-quelli che vanno a puttane:
Sprecano soldi e alimentano il  mercato squallido di povere donne
costrette alla strada.
-Quelli che si drogano:
La vita ha molto di meglio da offrire che un paradiso artificiale
-Quelle che la danno al primo appuntamento:
Fatti loro
-Gli omosessuali:

Che ognuno faccia ciò che sente.
-Donare gli organi:

Atto nobile ma non so se lo farei
-Aborto:

Favorevole, cavolo siamo nel 2006! 
-Legalizzazione delle droghe leggere:

Favorevole, così c’è più controllo
-Matrimoni gay:

Favorevole, che problema c’è?
-Adozione:

Pienamente d'accordo.
Come ti immagini tra 20 anni?

Con una bella famiglia. Un marito che dopo tanti anni mi ama
ancora come il primo giorno, la stessa passione. Un bel lavoro.
Hai mai pensato al suicidio?

Tante volte ma mai seriamente
C’è vita dopo la morte?
Non credo.
Come vorresti morire?
Nel sonno, in un modo indolore, la morte più dolce.




permalink | inviato da il 21/1/2006 alle 12:4 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


20 gennaio 2006






Che bei ricordi e che grande pazzia!
Questa foto è esemplare,
mi piace tantissimo
e mi rispecchia anche molto.
E' stata scattata a mia insaputa
ed è quindi molto naturale.
Magari un giorno vi racconterò la storia
di quest'avventura...




permalink | inviato da il 20/1/2006 alle 16:23 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


20 gennaio 2006





Oggi vorrei farvi divertire un pò, lo so è lungo ma sono sicura che vi piacerà, leggete e imparatene tutti, non si può mai sapere!

Ora vi espongo una mia elaborata teoria riguardante i 5 fascini principali 
da cui le donne sono misteriosamente attratte fino a perdere la testa.
Questa teoria è il frutto di studio di una vita trascorsa ad analizzare il
perchè le donne corrono sempre dietro alle stesse categorie di uomini.
Qualcuna potrà non essere d'accordo, ma io sostengo che i seguenti
5 fascini sono di fatto quelli che le donne più cercano in un uomo,
non necessariamente tutti insieme nello stesso uomo.
Ciò rappresenterebbe un'alterazione all'ordine sociale delle cose oltre
che una grande presenza di quello che chiamo fattore "C" o più
semplicemente sfruttando la lingua italiana: fortuna.
Anni di studio mi hanno permesso di notare come le donne, tutte le
donne, anche quelle che non lo ammettono, fanno rientrare il proprio
ideale d'uomo in una o più delle seguenti categorie.
Queste categorie d'uomo non sono qui elencate e descritte a mo di
classifica, l'ordine è del tutto casuale e non rende una più importante
dell'altra, eccetto per una che ritengo essere la vera numero 1 e sfido
chiunque donna a sostenere il contrario.
Chiedo perdono per questa lunga introduzione, ma era importante ai
fini di una maggiore comprensione di tale teoria filosofica, sociale,
antropologica del genere umano che ci proietta nell'ombroso mondo
delle dinamiche sessuali di uomini e donne.

TEORIA DEI 5 FASCINI ( tale teoria è soggetta a copiright)
Le donne sono attratte fondamentalmente da 5 categorie di uomini che
godono del proprio fascino corrispettivo. Cominciamo con:

- Il fascino dello straniero: categoria di facile comprensione specie per
chi ha un'innata natura esterofila. Di solito i primi sintomi si manifestano
 in tenera età ed il luogo tipico è il campeggio. Il tedesco di turno suscita
sempre interesse rispetto ai proprio connazionali. Sfortunatamente la lingua 
diversa rende difficoltosa la comunicazione interpersonale e questo talvolta 
spinge le più temerarie e ambiziose a intraprendere, da adulte, una carriera
universitaria dedita allo studio delle lingue straniere e delle relazioni
 internazionali. Ne fanno parte, oltre che gli stranieri veri e propri, anche coloro
che viaggiano e che amano viaggiare, coloro che sono attratti da tutto ciò che
è lontano e diverso da noi.

- Il fascino del musicista: categoria semplice anche questa, meglio
comprensibile dagli amanti della musica. Anche quest'altra categoria di
fascino si sviluppa già in tenera età ed anche qui il luogo tipico è il campeggio.
Chi non è mai stata attratta dal chitarrista di turno che attorno al falò sulla
spiaggia suonava per tutta la notte la sua musica? Di solito si comincia così,
 fino a casi più estremi di fanatic addiction nei confronti delle grandi rockstar.
Fanno parte di questa categoria anche gli amanti della buona musica e tutti
colorono che fanno della musica una ragione di vita, non necessariamente
occore saper suonare uno strumento. 

- Il fascino della divisa:  non mi dilungherò molto su questa categoria poichè
il fascino della divisa è di fatto già risaputo e ricosciuto nell'universo femminile.
Godono di maggiore interesse gli uomini della polizia, dei carabinieri, della
guardie di finanza, della marina e dell'aereonautica. Ma possono rientrare
come sottocategorie anche le divise delle guardie giurate, dei ferrovieri e
dei postini.

- Il fascino dell'intellettuale: Qui il discorso è sicuramente più complesso
perchè è rivolto solo a una parte del pubblico femminile, non tutte le donne
 infatti sono attratte dagli uomini intelligenti. Il fascino dell'intellettuale prevede
 che un uomo ami leggere, magari scrivere, sia informato sugli eventi nazionali
 ed internazionali, sappia tenere un discorso maturo e intelligente su quasi
tutti gli argomenti, sia intelligente non sono culturalmente ma psicologicamente!
Quindi fuori i gelosi, gli ignoranti, gli ipocriti, gli ottusi, i bugiardi, i traditori!

Ora passiamo alla vera NUMERO 1 di questa classifica, un fascino a cui
anche le donne dotate del più fermo autocontrollo non possono resistere,
un fascino che di affascinante ha ben poco ma di intrigante tanto tanto tanto.
Un fascino che a migliaia di donne nella storia ha suscitato sempre la
stessa domanda: perchè??!
- Il fascino dello STRONZO: Non c'è nulla da fare, le donne non posso
resistere al fascino dello stronzo, diciamo così...del puttaniere, quello che
non deve chiedere mai, quello che usa e poi getta, quello che non telefona,
che non chiede scusa e fa tutto quello che vuole, quello che ci tratta male,
quello che ci lascia ad aspettare.
Perchè corriamo dietro a uomini così? Sarà per la nostra predisposizione
all'autolesionismo forse? E' un dato di fatto purtroppo ma lo stronzo piace.
Ora però mi sento in dovere di elencare anche gli aspetti positivi di questo
fascino, non esistono solo stronzi stronzi esistono anche stronzi intelligenti
e maturi. Un uomo stronzo è anche forte, è determinato, dà sicurezza e
protezione e poi mantiene il rapporto costantemente interessante.
Insomma non tutti gli stronzi nascono per nuocere!







permalink | inviato da il 20/1/2006 alle 12:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


19 gennaio 2006



Tutta la notte, tutta la notte t'ho sognato,
il voto sarebbe stato ventiquattro, me lo sentivo!
Mi rigiravo nel letto e pensavo
ventiquattro ventiquattro ventiquattro
Il tuo primo esame: ventiquattro. Sono fiera di te.
Te lo scrivo in questo blog anche se so che non mi leggi,
ma tanto te l'ho sussurrato ieri per telefono, non ti ho visto, ma forse hai sorriso.
Un' attesa speciale mi ha fatto capire che devo scrivere per me stessa
e quindi oggi dico a me stessa che questo voto vale molto di più di un ventiquattro:
Vale un futuro diverso, il futuro che vuoi
Vale il ritorno da Milano
Vale il ritorno da me
Vale tutte le difficoltà vissute, le angoscie, i pianti, la lontananza...
Questo ventiquattro vale tutto il tempo che sono stata ad aspettarti,
vale tutta la vita che abbiamo ancora da vivere,
vale tutto l'amore che ha vinto in quattro mesi di distanza.
Sei tornato per me e per la facoltà di giurisprudenza,
alla fine guarda il caso...giustizia è fatta!





permalink | inviato da il 19/1/2006 alle 12:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa


18 gennaio 2006



Giornata fiacca, non riesco a stare più di un quarto d'ora di fila sui miei libri.
Li guardo, sfoglio le pagine, ma la mia testa, di imparare, 
non ne vuole proprio sapere!
Come mia abitudine, ogni volta che non riesco a fare il mio dovere,
vado a rileggere vecchie cose dimenticate
alla ricerca di una risposta ad una domanda invisibile,
un malessere che c'è ma non si vede.
Oggi: conversazioni in memoria su msn.
28 agosto 2005
Attorno a questa data ruotano i giorni più difficili dell'ultimo anno,
in bilico fra mille domande a cui non sapevo dare una risposta:
non poteva andare così eppure si arrivò al punto di dire basta.
Ti stavo perdendo.
Ho pianto a rileggere cose così tristi
che mi hanno ricatapultata a quei momenti di vuoto.
Ho sempre creduto che le persone si lasciano per tre motivi fondamentali:
1- perchè non si sono mai amate
2- perchè non si amano più
3- perchè si amano troppo
Tutte le altre motivazioni sono solo sottosfere di queste tre ragioni.
Noi ci amavamo troppo e ci amiamo troppo ancora adesso.
Non avrei mai creduto che amarsi troppo potesse essere un freno all'amore
e che il bene dell'altro potesse essere la ragione per cui ad un certo punto,
ci si allontana.
Non l'accettai e adesso siamo ancora qui perchè si va avanti insieme, sempre.
Qui a Napoli intanto piove ma ora è tutto passato... in fondo non piove più.





permalink | inviato da il 18/1/2006 alle 12:43 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


17 gennaio 2006




Non ho molta voglia di scrivere
magari più tardi...
Solo una foto
una sola




permalink | inviato da il 17/1/2006 alle 14:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


16 gennaio 2006



Ho sussurrato leggende
Ho disegnato miti di epoche lontane
Ho ricamato fiabe nei cuori delle genti
Sono la regina di tutto quello
che avete dimenticato.
Per me non c'è sole che tramonti
Non c'è luna che sorga
Vivo nei pensieri porati dal vento,
nei colori della luce.
Vivo nelle fantasie degli uomini
e sono nella speranza dei ricordi.
Con me porto i simboli delle tradizioni,
gli amuleti delle culture,
le eredità della storia.
Mi muovo ai ritmi di antiche danze
e dalle mie labbra rinascono canti senza più note
Ecco per voi i miei sogni
scritti sul taccuino dell'infinito andare.





permalink | inviato da il 16/1/2006 alle 12:43 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


15 gennaio 2006




"Sorrido, più penso e ci ripenso
e più mi accorgo che tu sei nata
solo ed esclusivamente
per fare felice quel burbero
che sono io...ti amo"
un sms
A volte basta poco per rendere
luminosa la giornata...
Grazie





permalink | inviato da il 15/1/2006 alle 13:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


14 gennaio 2006



14 gennaio 2006
data da ricordare!
Giorno del mio primo incidente...
Ebbene si
ero in macchina e...
PALO!
Mi sono distratta,
vergognosamente distratta,
non ho guardato la strada in curva
 e...
PALO!
Mi sono ritrovata davanti questo
orribile palo verde della luce
dio stanno sempre in mezzo!
Quanto li odio!
Per evitare di finirci contro
ho sterzato velocemente a sinistra
Risultato?
Carrozzeria anteriore destra ammaccata
faro rientrato
e frecce completamente distrutte
e tanta paura.
Quanto sono idiota
e dire che ho sempre guidato benissimo!
VAFF****** a quegli idioti che dicono
che le donne al volante sono pericolose!
Non è così
E' capitato
ho sbagliato
è imperdonabile!
Ma può succedere a tutti...
credo.
Oddio...





permalink | inviato da il 14/1/2006 alle 17:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


14 gennaio 2006



Il più bel sogno fu
il sogno non sognato
E il miglior bacio
quello non restituito
Ed il più lungo viaggio fu quel viaggio
che non fu iniziato
E fu senza saluto
il più compiuto addio
Il più bel giorno fu
il giorno consumato
Ed il più dolce fiato
quello trattenuto
Durò una vita intera
l'ultimo minuto
E non fu mai passato
il tempo che passò

Quel pomeriggio che ti ho detto "Scusami
ma qualche volta chiamami anche tu"
E ancora adesso non ci posso credere
che non ti avrei rivisto più




permalink | inviato da il 14/1/2006 alle 13:22 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

sfoglia     gennaio       
 

 rubriche

Diario

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

Lacrime del vento
Attesa
Arci Oblò
Keith Haring
Cirque du Soleil
ARCI
Annalisa

Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom